Scopri cos’é il jnâna-yoga e cosa ti offre

Scopri cos’é il jnâna-yoga e cosa ti offre

Jnana yoga

Lo yoga della conoscenza

La gloria dell’uomo è nella mente del Creatore.

Possiamo definire Jnâna -yoga anche con questa frase: colui che vive in coscienza, vive in ogni vita creata e vive veramente. Questa frase non esclude in alcun modo le altre forme di verità spirituali,  e le abbraccia tutte fraternamente. 

Il bisogno naturale dell’essere nella sua coscienza, di espandersi e di realizzare il senso della vita puo’ prendere diverse strade. Jnâna yoga costituisce uno dei cammini per raggiungere questo scopo.

Jnâna yoga viene avvicinato da chi vuole conoscere tutta la natura e il senso della vita, conoscere se stesso, conoscere l’universo, conoscere Dio, la creazione e le leggi fondamentali che regolano tutti gli avvenimenti.

Jnâna Yoga, all’inizio del cammino, costituisce piuttosto un approccio intellettuale e filosofico. Colui che lo pratica, capisce presto che, per mezzo l’intelletto, deve depassare l’intelletto stesso ed accedere ai vasti spazi dell’essere.  Intraprendendo il sentiero della conoscenza, sa che dietro il velo di maya, l’illusione ( processo incessante a l’identificazione dei pensieri, senza controllo), c’è qualcosa di così grande che depassa  il solo funzionamento intellettuale. Capisce presto che nell’identificazione al pensiero si trova sottomesso a l’illusione e che il mondo che gli sembrava oggettivo, é lui stesso che lo crea, e di conseguenza il mondo non é  separato da quello che lui stesso é. E’ il mondo che lui stesso crea, con le sue emozioni, i suoi sentimenti, o le credenze depositate in fondo al suo subcosciente che si esprimono in meccanismi non allineati al suo essere puro e vero.

Attraverso lo studio dei piu’ grandi testi sacri,  egli segue i passi degli stessi grandi maestri che hanno guidato in tutti i tempi, il vivente. Camminando cosi, inizia a riconoscersi  in tutto, nella vera realtà del mondo, oltre la superfie di esso. Con questa coscienza la crescita evolutiva dello Jânin, aumenta passo dopo passo. La richerca dell’energia vivente che si trova nell’informazione dell’ esperienza pratica che egli aquisita; gli permette di avanzare con piu’ sicurezza e fiducia. Si dirige cosi’,  verso lo scopo che ha stabilito nella sua coscienza. Quello di raggiungere la Verità Suprema.

Lo Jânin assorbito dallo slancio della sua aspirazione, si eleva ed espande la sua coscienza alla Verità di ogni Verità. Sa che dietro il velo della diversità si nasconde una Verità assoluta. Egli scopre che tutti gli esseri possono accedere al vaso spazio interiore, nel quale tutti possono finalmente trovare l’Unità che li libera dall’illusione e la sofferenza.

Egli capisce che la vita, nonostante l’oblio e il distacco degli uomini, continua a provocare il risveglio della vera realtà, attraverso pulsazioni naturali in eventi che provano un risveglio. L’autenticità della forza vitale, intrinseca ad ogni cosa creata, si afferma con potenza, nell’essenza della sua natura. 

In tutte le epoche, come in quella attuale, il percorso dello Jânin include la coscienza  che egli non é separato da niente nel mondo. Evolvendo in maniera individuale favorisce comunque l’evoluzione del tutto. Nel suo pensiero é diventato chiaro ed evidente che l’evoluzione globale del mondo costituisce l’unica strada affinché ognuno possa essere toccato dalla felicità. Lo Jânin realizza che la pace si trova nella coerenza con i valori fondamentali di cui ognuno é, e di cui é portatore come essenza fondamentale dell’universo, e attraverso l’autentcità di se, guarisce, trasforma, e sana il mondo. Realizza cosi la sua missione di amore.

La Verità Unica e l’Unione con essa, rappresenta lo scopo, dal quale esprime la vita armoniosa su tutti gli aspetti personali et sociali.

Il processo evolutivo dello Jânin, permette la crescita nel mondo nella richerca del vero, essa germoglia nei cuori e nell’intuizione degli esseri viventi, in un movimento costante e continuo, come un’onda nel mare infinito della vita che spinge il risveglio della coscienza. 

L’Occidente ha la tendenza di separare i diversi percorsi dello yoga. In realtà tutti i metodi dei quali si rispetta l’autenticità dell’insegnamento, convergono  verso la stessa meta: la realizzazione del SE Superiore. Essa, non constiste nell’adorazione passiva ad un Dio che si crede lontano e separato da se, e che interviene a suo piacimento nelle vite, ma nella conoscenza che egli si trova e si porta in Se come fondamento della vita. Egli realizza che é un raggio che viene da Dio e che illuminato dall’Amore di Dio, illumina il mondo.

Il suo essere se-stesso non é piu’ identificato al pensiero di sottomissione, ad una religione, di cui le parole sono comunemente, assorbite nella loro forma e non nel loro significato profondo e che spesso diventano una credenza stagnante a livello sentimentale o intellettuale. 

La realizzazione, neanche consiste nell’adottare un’interpretazione condizionata dall’evoluzione di altre coscienze in modo letterale, o dagli scritti  di testi sacri. Il sacro é portatore simbolico e vibrazionale di una Verità piu’ grande e dinamica dell’universo. Esso deve essere realizzato all’interno di se con una  pratica viva e costante verso la conoscenza di se. E’ la priorità di ogni priorità, la quale come conseguenza dell’azione stessa conduce all’esperienza e alla realizzazione del contenuto profondo di ogni insegnamento del sacro. L’unione al sacro in se non puo’ essere precluso ad un momento diviso da altri momenti della vita, ma costituisce un continuo che vive in ogni azione.

Lo scopo della realizzazione dell’ essere Divino Eterno e infinito,  l’Unione costante e perpetua con la sua presenza nel cuore e nel corpo, costituisce la realtà dinamica della creazione nel presente costante dell’Amore.

La realizzazione dell’Amore incondizionale, la coscienza che in questo Amore siamo uniti a tutto il mondo vivente, costituisce lo stato che ci permette di essere cio’ che siamo, di scoprire ad ogni passo il senso di tutto il percorso della nostra anima e di tutto il nostro essere.

L’Amore personale che si avvicina di piu’ a l’Amore del SE Superiore, é la forma dell’amore di una madre verso i suoi figli,  che conosce solo il dare, senza attesa e senza misura. La forza del Creatore é come una madre che include e culla tutti noi, in un universo, in cui si svolgono le nostre vite di amori relativi. Amori spesso immaturi, ma sempre e comunque in crescita nella coscienza. Comunque ognuno immerso nella creazione, nella quale prima o poi, si trova la strada verso la coscienza.  Passo dopo passo, spesso passando a traverso burrasche che spingono a cercare la verità della vita e del mondo, cosi é il cammino dell’essere vivente. 

Nell’Unione all’Amore incondizionale, si ama in maniera autentica in tutte le forme di amore, poiché si diventa portatori dell’energia fondamentale in ogni espressione creativa. Si riconosce che finalmente é lo stato piu’ naturale dell’essere, che non attende niente dal mondo esterno, ma che diventa partecipe alla costruzione del mondo. E’ la vita stessa che esprime se stessa nella sua autenticità. L’essenza della vita, nel fondo della coscienza, chiama  di una voce permanente di dolcezza evidenziando la sua immuabile esistenza.

https://samadevas.com/2020/12/06/bhakti-yoga/

Vivekananda dice: che anche se il Vedanta dovesse scomparire dalla terra, la Verità della conoscenza dell’Amore Supremo sarà sempre presente in tutti, perché ognuno è il libro vivente del Creatore. La verità è Eterna, ed é la piattaforma della creazione del Creatore, in lui tutte le leggi, in lui tutta la giustizia, in lui tutta la bellezza della vitaLa Verità e l’assoluto della Verità sempre presente sin dalla Creazione, non può essere frammentata, divisa, tagliata in religioni e correnti dualistiche di pensiero, la Verità Suprema è una. Raggiunta essa si esprime in ogni verità,  in coerenza  come base fondamentale della Luce dell’Amore.

La ricerca attiva é un atto costante della coscienza autentica e sincera, il sentiero che si percorre converge e fluisce alla fonte della Verità Suprema che é Amore in tutto costantemente, essa é la sostanza  che sostiene il mondo. 

In genere si é solito credere, che la ricerca della Verità del senso della vita, del suo fondamento, della sua esistenza, é un appannaggio per le persone  che escono dall’ordinario del comportamento sociale, in realtà la voce profonda della vita é sempre e costantemente presente in tutti e in tutto ad ogni istante,  essa costituisce la base fondamentale di tutti  i comportamenti individuali, i quali cercano nel mondo cio’ che essi sono in azioni incoscienti e  di identificazioni alle forme, dimenticando di essere cio’ che sono. Possiamo osservare che costantemente ogni essere nel movimento dell’azione, posa atti di richerca, che sono incoscienti ma che portano il seme dell’impulso vitale del senso della vita. La coerenza con l’essere é solo una questione di direzione, di spazio interiore cosciente.

Volgendo lo sguardo verso l’interiore, gli esseri possono realizzare che trovano cio’ che sono. Possono conoscere che sono la base fondamentale costituita di amore e dalla quale ne consegueno le azioni costruttive nel mondo, in coerenza all’essere profondo e autentico..

L’educazione, la cultura, e tutti gli spazi diversi degli aspetti della vita, possono semplicemente esprime la creatività e la bellezza di cui ogni essere é portatore come parte costruttiva del creato. Ogni essere puo’ capire che non vi é niente da prendere nel mondo, non vi é niente da possedere nel mondo, esiste solo la possibilità di esprimere cio’ che si é, nella costruttività costante e nel benessere di essere Amore, armonia, fluidità, equilibrio nella gioia. 

La richerca di Se è uno stato dell’essere molto coerente, perché la conoscenza di sé permette di scoprire il senso della propria vita, che è unico in ognuno, e che contiene il valore per il tutto. L’Unicità della Verità, va oltre ogni credo del pensiero, va oltre ogni attaccamento ad una forma di religione o di cultura, é semplicemente uno stato naturale dell’anima creata, é l’aspetto della bellezza di essere oltre tutte le forme e nello stesso tempo vivente in tutte le forme naturali della vita: gli animali, gli alberi, l’acqua, il cielo, dovunque, nel fondo e in superficie tutto vive della stessa sostanza.

https://samadevas.com/2020/04/15/yoga-e-trasformazione-della-personalita/

Si puo’ pensare che nell’osservazione del mondo vi sia dualità. In realtà, se si é in unione in se, si é in unione con il mondo, al quale si partecipa,  nella coerenza di essere parte del tutto, e anche il tutto allo stesso tempo. E’ una verità da capire ma sopratutto da vivere come esperienza. Esserla.

Di conseguenza si realizza che tra interno ed esterno non vi é più separazione, poiché la Verità è ovunque. Una verità esterna rimane tale quando si è ancora nell’identificazione con la forma, ma nella consapevolezza dell’essenza Divina, la Verità di essa penetra ogni cosa, niente e lontano da niente e tutto appartiene a tutto.

L’allinearsi con la pratica dello jnâna yoga, non é un’attitudine separata dagli altri yoga. E’ un approccio costruttivo e complementare, che nasce da una dentenza del bisogno presente della coscienza, é un punto di vista in crescita e in trasformazione che converge verso lo scopo ultimo di tutte le forme di yoga. https://samadevas.com/2020/05/17/pranayama-et-postures-de-hatha-yoga/

La forza e l’Amore costante per la conoscenza di se é applicabile ad ogni istante della vita. Un lavoro interiore di meditazione, di studio, di osservazione in coscienza complementare ad una pratica del corpo  risveglia le percezioni sottili e lo sviluppo costante.  Da qualsiasi punto dello yoga si parte, si crea un’attitudine corretta verso di se. Raggiungere coscientemente lo stato di un’evoluzione perpetua verso la pienezza dell’essere si trova come sostanza in  tutti, naturalmente e continuamente.

Il solo criterio richiesto per l’espansione e la conoscenza di Se é scegliere di diriggersi verso il libro che contiene la saggezza: questo libro lo si é. E’ comunque necessario un’impluso costruttivo di  fiducia che si costruisce passo dopo passo, verso la scoperta della via, verso la conquista della Verità.

La realizzazione di scoperte interiori mai pensate prima diventano  il rimedio necessario per ogni ostacolo che si presenta sul sentiero: malattie, povertà, tirannia del mondo, vengono superate e usate come insegnamento che vi é oltre le apparenze, il percorso radioso, lì, dietro le paure, immediatamente dietro l’ostacolo, che non è altro  un’illusione del pensiero, un velo che nasconde la bellezza e la Luce in sé.

La volontà con forza, fiducia, determinazione, rettitudine, verso il principio della vita lascia andare tutti i fantasmi illusori, lasciando lo spazio a una maggiore libertà che fa respirare non solo il corpo, ma tutto l’essere.

In fondo l’essere non ha bisogno di una religione rigida, e soprattutto interpretata dagli altri, come autorità sulle coscienze, ha solo bisogno di realizzare la sua propria natura che é Eterna e senza limiti.

Il dramma dei punti di vista delle religioni, le separazioni ideologiche, sono ben noti a tutti e hanno fatto a pezzi il mondo per troppo tempo. Nello yoga non si tratta di adottare una credenza scritta co sottomissione, ciecamente. La parola rimane una forma, fin tanto che la verità in sé non si realizza liberamente.  La religione deve essere vissuta come un trambolino che permette di capire che attraverso simboli, suoni et forme, che vi é un fondamento universale che si esprime liberamente e costantemente nel fluido magico dell’Amore in un cuore che diventa il calice cosciente della sostanza Divina che costruisce il mondo.

Le parole sono necessarie per risvegliare e stimolare il piu’ prezioso: le fondamenta si trovano nell’essenza della forma, esprimerle con l’energia viva dell’amore, permette di aumentare la felicità nel mondo, ma sta a chi le riceve la scelta viverle fino in fondo.

La stabilità della Verità Suprema della creazione si trova nell’evoluzione costante dentro e verso la gioia infinita che incontra ad ogni passo se stessa, riconoscendosi nella magnificenza della Grazia Divina.

La Luminosità dell’anima, la sua vita, l’esistenza é la purezza della creazione del  Creatore che pulsa del suo amore penetrando ogni dono della creazione. Indicibile, perfettamente, ma vivibile in fondo al cuore. Ogni essere é immerso nell’universalità dell’amore del creato. Il risveglio verso é l’unica condizione.

La vera religione è l’Amore, è Unione con la conoscenza della Verità perfetta dell’essenza Divina, quale altro scopo potrebbe contenere il significato dell’esistenza  di un essere che cammina sulla terra?

Possiamo riassumere come Jnâna Yoga:

  • il sentiero
  • il mezzo
  • l’obiettivo 
  • la conoscenza 
  • Unione con la Verità
  • suprema libertà
  • riconoscenza dell’Amore Eterno del Creato

La publication a un commentaire

Les commentaires sont fermés.