Perché La Méditazione E’ Un Regalo A Se stessi

Perché La Méditazione E’ Un Regalo A Se stessi

La meditazione come dono per te stesso.

 

La meditazione è il dono più grande che possiamo fare a noi stessi e agli altri.

  • Siedi e chiudi gli occhi per alcuni minuti, offriti, in silenzio, l’apertura alla pace e al benessere interiore, che ti consente di cambiare verso il mondo che ti circonda, che a sua volta cambia con te.

 

  • Oltre il condizionamento di ogni pensiero, oltre tutte le forme e i credi del mondo, andare oltre, chiudere gli occhi e non scoltare piu’ nulla  dall’esterno, non toccare più nulla, lasciare a riposo i sensi.

  • Oltre i 5 sensi fai l’esercizio diretto dei pensieri, guardali sorgere, falli allontanare da te come nuvole nel cielo, guarda
  • E poi senti il tuo cuore mentre ti avvicini alla luce del sole interiore, all’energia calma e gentile.

L’amore da dentro , che nasce da se come per magia, in attesa della tua venuta,

profondo, vero, intenso, vasto come la madre, come il cielo, come l’intero universo.

Nella meditazione si trova l’introspezione, quando i pensieri si fermano.

Se, mentre cerchi l’introspezione, non riesci a calmare la mente e la mente non smette di attivarsi, non vederla come una fonte di problemi, non allarmarti, non non identificarti con il contenuto della tua mente; rimani in te stesso,  rimani uno spettatore distante dalle impressioni in te, un testimone passivo, che si prende cura di non toccare nulla con il pensiero. Lascia che tutto si riduca al silenzio. Non é sempre facile raggiungere la calma interiore,  ma uno sforzo costante e perseverante , con tutto la volontà, permette di accedere  alla coscienza del  potere interiore.

Un pensiero vive tanto tempo quanto l’impulso che lo dà alla luce lo anima; sapendolo, lascia andare tacitamente gli effetti causati in te dal tuo pensiero, dalle tue intenzioni e dal tuo desiderio. Lascia che tutto si riduca a nulla rimanendo nella libertà interiore.

L’apertura di un vero stato di profonda calma si presenterà a te, se internamente sviluppi la passività più pura e completa, che si traduce in una perfetta attenzione o presenza della mente.

 

Le profondità che si aprono spontaneamente, sotto la volontà di un prolungato sforzo di concentrazione, prima svuotano il loro contenuto, dal bene al male, prima di consentirgli l’accesso alla pace, alla calma Divina meravigliosa e imperturbabile.

La vera meditazione richiede una pratica costante e anche se a volte l’introspezione sembra insostenibile, è proprio allora che è importante perseverare, adottando senza esitazione l’atteggiamento della libera testimonianza di eventi e impressioni interiori.

 

Se si desidera stabilirsi internamente nella propria vera natura, l’esterno non ha più spazio e non esercita più la minima influenza.

La libertà interiore è sempre presente, non è la meditazione a crearla, l’atto di meditazione permette, tuttavia di integrare la libertà nella nostra vita, ci permette di viverla.

La concentrazione non ha nulla a che fare con la tensione e lo sforzo doloroso, è solo il rilassamento e la semplicità che puo’ testimoniare dello stato meditativo

Nella meditazione l’attitudine e di rimanere osservatori del proprio interiore della vera natura per poi fondersi ed imergersi in essa.

La pace interiore Divina si manifesta in un cuore calmo e puro. La meditazione rende possibile liberarsi dallo stato di schiavitù del pensiero senza controllo e dall’ego illusorio della personalità.

 

Nella meditazione, il senso del mio e del tuo cade come una catena illusoria che separa, perché l’esperienza dell’Unità con il tutto diventa la realtà.

La meditazione apre le porte all’energia Divina reale, che nella dolcezza e nel  cuore cuore calmo e tranquillo, manifesta la bellezza interiore.

 

La meditazione ci consente di distaccarci da tutto ciò che è inutile per il nostro sviluppo perché offre una visione più nitida e chiara e un maggiore discernimento. Le scelte sono prese, quindi in uno stato autentico e coerente con  se stessi.

La ricerca interiore richiede un luogo tranquillo, una fiducia profonda e una completa sicurezza, un coraggio irremovibile e una sete di libertà assoluta, in modo che la mente possa disciplinarsi per realizzare il glorioso potere di rinunciare a tutto ciò che è fonte di illusione e di sofferenza.

  • La meditazione ci permette di passare da uno stato di sogno a uno stato di risveglio.
  • Come le immagini viste nei sogni, cosi’ puoi vedere il tutto (Prajna Paramita).
  • Non immaginare, non pensare, non analizzare, , rimanere nello stato naturale! (Naropa).

Solo dal punto di vista del cuore si può vedere la realtà.

Regarde le calendrier des cours inscrit toi pour la méditation gratuite